É sempre freddo nelle buie sere,
non trovan pace i viandanti rari,
si temono, stazionando, i binari
per evitare le parole sincere.

Tra le rotaie non crescono fiori
perchè il sole non ama l'acciaio   
e non serve rievocar il rosaio,
nascondendo fra gli inganni i dolori.

Partito il treno s'è ancor più mesti      
resta a terra solitario il domani,
un cupo inverno avanza per chi resta.    

Ma chi rimane rimpiange la festa,
anela con gioia a stringer le mani,                                             
vagheggiando all'amore che si desti.                
I numeri di Premio Renato Fucini:

Hanno visitato Premio Renato Fucini utenti.