Tempi dove il vuoto ed il nulla ho combattuto
dove indifferenti colavano loro meschine parole e risa
e dove l’inferno li aspettava dolce come l’oro.
Quei tempi dove l’azzurro invece soleggiava dal sole
che spostato dalle onde del mare
colava di celesti diamanti caduti dalle stelle;
un rosso velo su comete di tuoi baci e comete
e le tue labbra così di caldo amore
sussurravano dolci amplessi del mare.
Amor mio quanta strada ci sta accogliendo
tra spine di rose e dolori
ma tra cobalto di un rosso mondo felice
nato da germogli infervorati
di rudi e nudi occhi intrisi di sole.
Mio amore le fulve e celesti ore insorgenti
e trepidanti sorrisi dove culle ed ampolle
piene di Muse ed ancelle e dove lì Amore
dalle piume color del mondo ed amore
così bianche ed accecanti vibrano al sogno
un sogno felice di color del caldo amaranto.
Mia bella amor e ti amo
e tra gioia e gioia per mano
ti bacio dalle rosse mie labbra
cavalcando montagne di acqua e piena dei ruscelli
brilla nel sogno di rudi farfalle.
La gioia ora è compiuta sotto aranceti
ed alberi di castagno dalle tue dolci parole
che hanno tuo viso pieno di vino
e di rozze perle nate da vita
e di nascita nascitura nascente.
I numeri di Premio Renato Fucini:

Hanno visitato Premio Renato Fucini utenti.