Sale su questo tratturo di costiera e non fatica
quest’aria calda che profuma di agrumi e di mare:
ti fa camminare piano, sotto una pergola antica
ove tra fioriture di limoni vibrano insetti a impollinare…

Scompiglia un garbato vento la frasca degli ulivi  
che dal vecchio amico si fanno accarezzare
con movimenti ripetuti e lenti che li fa sentire vivi.  

Scende la sera sulle case di bianco e di sasso
anche le luci da sopra il monte si fanno brillanti
come le onde che schiumano alla luna da basso
vestendo di nuove tinte gli sguardi degli amanti.

Le musiche di festa e di danze si fanno richiamo
anche per noi che a questo mare ci siamo venduti
confinando le brume di pianura in ricordo lontano…
I numeri di Premio Renato Fucini:

Hanno visitato Premio Renato Fucini utenti.