Gli alberi spogli alla finestra
nelle serate fredde e ventose
mutano in profumi di ginestra,
gli struscichii in morbide rose.

Fusa e miagolii d'orchestra,
lambiti  e lusinghe copiose
e ricordi che la tristezza mostra
di lacrime ancora speranzose.

La morte ruba anche i germogli,
in questa sera di tristi stelle
e di pianti scritti sui fogli.

CiĆ² che semini sempre raccogli!                           
Le colpe sono pece sulla pelle,          
brucia anche quando  la  togli.
I numeri di Premio Renato Fucini:

Hanno visitato Premio Renato Fucini utenti.