A piccoli passi nell'ora più calda
strada di casa che porta lassù
Si alzava la polvere che ci seguiva
Viso arrossato e braccia all'ingiù
Lì tra le dita tutto quello che c'era
Il giorno era Giorno la notte era Notte
I giochi sereni e la vita affacciata
sul mondo Infinito tutto per noi
Le sere d'inverno con qualche tremore
nel buio squarciato dagli effetti speciali
La macchia di fronte a guardare le scene
Vivemmo privi ma godemmo i Profumi
Rubammo i Colori e tutta la Gioia
che in cambio di niente la Rocca ci offrì
I numeri di Premio Renato Fucini:

Hanno visitato Premio Renato Fucini utenti.