Bella m’appare nella visione,
come la vidi in tempi giulivi,
l’animo si turba di passione
ed evoca ricordi sempre vivi.

Era graziosa e gioconda,
l’aureo crine splendente,
come la cresta dell’onda
sotto il bel sole fulgente.

I suoi sguardi furtivi e ridenti
accesero il palpitante cuore,
dardi improvvisi e ardenti.

Come in un dolce sogno fu mia,
breve fremito di segreto amore
che un soffio di zefiro portò via.
I numeri di Premio Renato Fucini:

Hanno visitato Premio Renato Fucini utenti.