E così con devozione ci si armi
a questa guerra come una partita:
dir più vero il sogno o la cruda vita,
dar più peso alle cose o forse ai carmi?

Si sa, il tempo è tristo e il pan ci manca,
ma se una rosa è rosa, chi mai la osa?
Quassù il connotativo non ci stanca,
il retrogusto, l’arte della chiosa.

Kitsch, vintage, chef santoni ci fan pena
poiché Sereni Giudici vantiamo
e nuovi Omeri raglian senza posa.

Noi vinceremo senza farci in vena
coi versi e con le rime che spariamo.
Un fior sarà ben altro che una rosa!
I numeri di Premio Renato Fucini:

Hanno visitato Premio Renato Fucini utenti.